CROSTATINE TROPICALI CON RICOTTA, MARACUJÁ E ANANAS CARAMELLATO

CROSTATINE TROPICALI CON RICOTTA, MARACUJÁ E ANANAS CARAMELLATO: un dolce semplice ed intrigante

Le Costatine Tropicali con Ricotta, Maracujá e Ananas Caramellato sono il dessert perfetto per chi non ama poi così tanto i sapori troppi i dolci, ma preferisce i contrasti dati dall’acidità della frutta e la leggerezza di una crema davvero delicata.
Ho preparo questo dolce in seguito alla richiesta “cosa mi proponi per un dolce-poco dolce?”, così da accontentare anche i palati che non amano percepire troppo zucchero in una torta. Quindi ho pensato di realizzare un dolce molto simile ad un dolce che avevo già fatto, Crostata con Crema alla Ricotta e Frutta Fresca, ma cambiando gli accostamenti di frutta e gli ingredienti della crema.
Certo, non vi nascondo che di fronte a tali domande vorrei sempre rispondere nel mio modo più cinico “meglio che ti mangi una pizza”, però è giusto spingersi oltre al proprio recinto, cercando di accogliere queste richieste come una sfida per andare oltre alla propria zona di comfort.
Questa Costatine Tropicali con Ricotta, Maracujá e Ananas Caramellato sono una vera bontà, ma lo capirete davvero al vostro primo morso!

CROSTATINE TROPICALI CON RICOTTA, MARACUJIÁ E ANANAS CARAMELLATO

MARACUJÁ E ANANAS CARAMELLATO e MELOGRANO

Questi tre tipi di frutta sono l’ideale da utilizzare in questo periodo dell’anno, in quanto la frutta locale di questa stagione è ridotta. Questo accostamento di sapori garantisce un risultato scoppiettante. La maracujá è un frutto che non sempre si riesce a trovare, in caso potete sostituirlo con il frutto della passione o con il kiwi.

CROSTATINE TROPICALI CON RICOTTA, MARACUJIÁ E ANANAS CARAMELLATO

COME HO RESO LA FRUTTA PIÙ INTRIGANTE

Per queste Costatine Tropicali con Ricotta, Maracujá e Ananas Caramellato, il melograno è stato l’unico elemento che ho lasciato al naturale, mentre, per quanto riguarda la maracujá e l’ananas gli ho resi ancora più saporiti: ho creato una curd di maracujá e l’ananas l’ho caramellato per bene. Queste piccole attenzioni hanno dato al dolce il giusto bilanciamento di sapori.
Io ho utilizzato la maracujá nota come granadilla gialla, ma potete utilizzare il frutto della passione dalla granadilla viola che si trova più facilmente. E se non avete idea di che sapore abbia questo frutto, perchè non lo avete mai assaggiato, o almeno pensate di non averlo mai fatto, basta pensare al gelato Solero arancione: ebbene si, il sapore è quello!!

Provateci anche voi e condividete i vostri dolci bellissimi e buonissimi usando
#letortedeipupini
Sono quasi sempre qui, su Instagram, vi aspetto!

CROSTATINE TROPICALI CON RICOTTA, MARACUJÁ E ANANAS CARAMELLATO

Porzioni 10 crostatine

Ingredienti

PASTA FROLLA

  • 250 g farina 00
  • 150 g burro
  • 70 g zucchero a velo
  • 1 uovo
  • 1/2 limone (scorza)
  • pizzico sale fino

CREMA ALLA RICOTTA

  • 250 g panna fresca da montare
  • 125 g ricotta fresca
  • 100 g mascarpone fresco di banco
  • 1 cucchiaio zucchero a velo

FRUTTA PER DECORARE

  • 2 fette ananas
  • 1 maracujá o frutto della passione
  • 1/2 melograno
  • 5 cucchiai zucchero
  • 2 noci burro
  • pizzico farina di pistacchio

Istruzioni

PASTA FROLLA

  1. Per prima cosa fai la frolla, quindi in una planetaria con la foglia, inizia a lavorare il burro con lo zucchero a velo e il pizzico di sale, fino a formare una cremina, poi aggiungi il resto degli ingredienti e amalgama bene il tutto; per evitare che la farina vada ovunque, copri la planetaria con della pellicola trasparente. La frolla ora risulta compatta e morbida, stendila con la mano su una pellicola formando una specie di rattagolo alto, che ricoprirai bene con il resto della pellicola. Metti in frigo per due ore

  2. Stendi la frolla su un piano infarinato, formando uno spessore non troppo grosso ma nemmneno troppo sottile, circa 1cm o poco più. Imburra e infarina bene i tuoi piccoli stampi e stendi sopra la frolla, facendola aderire bene ai bordi e alla base. Bucherella con una forchetta le basi delle crostatine, coprile con carta forno affinchè tu possa mettere del riso/fagioli sopra per la cottura; in questo modo la crostata non si gonfia, creando lo spazio per inserire il ripieno

  3. Metti in forno preriscaldato a 180° per 20/25 minuti, fino a doratura. Quando è pronta, falla raffreddare completamente e poi rimuovila dallo stampo e porla in un piatto

CREMA ALLA RICOTTA

  1. Monta la panna e metti da parte

  2. In una planetaria con le fruste a bassa velocità, lavora la ricotta fresca con lo zucchero a velo per qualche minuto, poi aggiungi il mascarpone e continua ad amalgamare bene il tutto. Aggiungi poi la panna montata, continuando a mescolare per qualche secondo con la frusta elettrica e poi continua a mano, con un leccapentola

PREPARAZIONE FRUTTA

  1. Ananas: taglia due dischi sottili d'ananas fresco e non sciroppato, tagliando la circonferenza per quattro volte, formando così 8 spicchi per fetta; mettili in una padella e aggiungi tre cucchiai di zucchero e una noce di burro. Lascia che si caramellizzi, ovvero quando vedrai lo zucchero colorarsi di un bell'ambrato spegni il fuoco e trasferisci subito l'ananas sopra della carta forno, posizionando ogni spicchio uno a fianco all'altro. Lascia raffeddare completamente

  2. Maracujá: prepara la curd di maracujá, quindi su un pentolino metti la polpa del frutto insieme a una noce di burro e due cucchiai di zucchero e porta a bollore. Trasferisci in una ciotolina e lascia raffreddare

  3. Melograno: taglia in due un melograno e prendine i frutti, mettendoli da parte su una ciotolina; basterà meno di mezzo melograno

ASSEMBLAGGIO

  1. Quando la crostata sarà completamente fredda, stendi un ricco strato di curd di maracujá e poi versa sopra la crema alla ricotta

  2. Inserisci poi il resto della curd di maracujá su una sac a poche e crea una linea continua circolare a spirale; decora poi con farina di pistacchio e aggiungi l'ananasa caramellato e il melograno

  3. Conserva in frigo e prima di consumarlo, lascialo 10 minuti a temperatura ambiente (dipende dalla stagione), affinchè il dolce non sia troppo freddo

Note

Volete creare un'unica crostata senza fare tante piccole crostatine? 
Nessun problema!! Prendete uno stampo da 24 cm o 26cm e realizzate la vostra crostata a dimensioni normali. 

Provateci anche voi e condividete i vostri dolci bellissimi e buonissimi usando
#letortedeipupini
Sono quasi sempre qui, su Instagram, vi aspetto!

 

0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Valutazione ricetta